"FAQ"

Domande che mi vengono poste più frequentemente...

Dove si svolgono le escursioni?

Nel calendario è proposta almeno una volta l'anno un'uscita in tutte le Aree Protette delle Marche, con maggior frequenza sui Sibillini.
Si visitano anche diverse altre zone particolarmente interessanti e importanti dal punto di vista naturalistico. In linea di massima non ci sono "doppioni" e le escursioni sono sempre abbinate ad interessanti eventi che si svolgono nel territorio.
La passeggiata si svolge sui sentieri ufficiali che sono sempre ben segnalati e curati, privi di pericoli e mai con difficoltà troppo elevate.

Si possono riproporre le escursioni?

Certamente, su richiesta in uno qualsiasi dei giorni liberi del calendario.

Come si svolgono le escursioni?

Si cammina in gruppo ad un'andatura moderata e alla portata di tutti.
Non ci sono orari o tabelle di marcia da rispettare.
Lungo il percorso si fanno pause per spuntini, scattare foto, ammirare il panorama e illustrare le varie peculiarità della zona visitata.

Quanto durano le escursioni?

Si tratta sempre di tragitti non molto lunghi e dal dislivello abbastanza contenuto.
Ci sono sporadiche e inevitabili eccezioni, come ad esempio il Lago di Pilato.
La durata dipende ovviamente dal passo tenuto dal gruppo, il cui obiettivo è comunque completare l'escursione piuttosto che "farla in fretta".
In caso di stanchezza o ritardo il gruppo può interrompere il cammino e tornare indietro.

Come ci si organizza per partecipare?

Basta comunicare la propria adesione e trovarsi al luogo concordato per la partenza.
Non ci sono limiti di tempo per aderire, si può decidere anche il giorno stesso.
Ovviamente ci si può anche unire al gruppo lungo il percorso per raggiungere il luogo dell'escursione.

In caso di maltempo che succede?

Se non è molto brutto si prova lo stesso ad effettuare l'uscita valutando attentamente l'evoluzione meteo.
Altrimenti ci si può dedicare ad attività alternative ma comunque inerenti il tema proposto.
Per esempio la visita di uno o più musei o strutture didattiche.
Oppure decidere di dare maggior risalto e attenzione all'evento collegato.

Come ci si veste?

Il requisito fondamentale sono delle calzature adeguate, possibilmente specifiche per l'escursionismo.
Permettono infatti di affrontare i sentieri in tutta sicurezza e con minore fatica.
Anche i calzini sono altrettanto importanti e vanno scelti della stessa tipologia.
Per l'abbigliamento vanno bene i capi sportivi, a partire soprattutto dall'intimo, ovviamente adeguati al periodo dell'anno e alle condizioni della giornata.

Che attrezzatura è necessaria?

Va bene uno zaino adeguato a riporre i vari oggetti necessari: pranzo al sacco, vestiario di ricambio, cappello, crema solare, occhiali, fotocamera, binocolo, ecc.
Si possono anche usare i bastoncini, sia tradizionali che da Nordic Walking.

Come ci si alimenta?

Prima di tutto è importante idratarsi in abbondanza, sia con acqua che frutta.
Occorre poi fare spuntini piccoli per non appesantirsi ma abbastanza frequenti.
È anche utile avere alimenti energetici, come ad esempio croccantini al sesamo o barrette di cioccolato.

Si possono portare i cani?

Sì e sono i benvenuti. Occorre solo tener presente che nelle Aree Protette vigono degli specifici Regolamenti che ne disciplinano la conduzione durante la visita.

Non hai trovato la risposta che cerchi?
Contattami e proverò a fornirtela!